powerfeet

bellotti-famularo
Video Italiano

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

English Video
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

“…bisognerebbe fare questi movimenti davanti ad un grande specchio…” Questo scriveva il grande Gene Krupa nel suo metodo pubblicato nel 1937.
Alla GM Drum School ci abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di mettere in pratica questo consiglio non solo di Gene Krupa, ma dei migliori didatti a livello internazionale. La Dom’s Room è la risposta “Si, hai ragione maestro!” a grandi del passato che hanno detto e ridetto che lo studio della tecnica è una cosa seria.
E’ un omaggio all’insegnante attuale che più a livello mondiale ha focalizzato il suo insegnamento sulle vere basi della tecnica, Mr Dom Famularo, studiando ed insegnando la teoria della tecnica a prescindere dai gusti personali e dalle varie scuole di pensiero, le vere basi della tecnica, come le varie impostazioni tedesca, francese, americana e tutte le loro interpretazioni ed applicazioni differenti hanno delle solide basi che hanno a che fare con movimenti logici ed appropriati a quello che si deve suonare, un approccio molto razionale, di livello filosofico e universitario, mai raggiunto prima d’ora nell’insegnamento di questo fantastico strumento.
Quindi un omaggio ad una persona che più di ogni altro didatta dei nostri tempi ha saputo guardare in avanti con uno sguardo rispettoso al passato, unendo la tradizione, la praticità alla funzionalità della tecnica, al servizio di qualsiasi batterista, qualsiasi sia il genere musicale che desidera suonare.
Domenica 6 giugno 2010, si è svolta l’inaugurazione della “Dom’s Room”, stanza attrezzata allo scopo di creare un ambiente in cui sia solo possibile studiare la tecnica, nient’altro, con un’osservanza assolutamente meticolosa alla perfezione dei movimenti.
Per l’inaugurazione abbiamo avuto l’onore di avere come maestro di cerimonia Mr. Sergio Bellotti del Berklee Music College of Boston,  la controparte alla tecnica, un’autorità sugli stili musicali per sottolineare che la tecnica è solo un modo di trasferire nelle mani quello che hai nel cuore.
Come due materie diverse ma assolutamente complementari, tecnica e stile si intrecciano in un essere e divenire di emozioni e possibilità, uno yin e yang della batteria. La tecnica non è un fine ma un mezzo. Ma senza un mezzo valido è difficile realizzare i propri scopi artistici pienamente.
La stanza offre dei ritrovati semplici ma pensati per offrire un controllo globale ad un batterista che desidera studiare la tecnica con coscienza e precisione, in aggiunta al suo regolare studio del groove e degli stili musicali che più lo ispirano.

1. MULTIPLI SPECCHI E PAD HQ DAVANTI AGLI SPECCHI, GLI SPECCHI GRADUATI PER AVERE DEI PUNTI DI RIFERIMENTO SULLE ALTEZZE


2. PAD PER CASSA HQ CON SISTEMA POWERFEET PER SVILUPPARE CONTROLLO POTENZA E PRECISIONE NEI DUE PIEDI


3. UN SISTEMA DI VIDEOREGISTRAZIONE SU DVD CHE TI CONSENTE DI RIVEDERE LA TUA TECNICA MANI PORTANDOTI IL DVD A CASA, PER POTERTI CORREGGERE VEDENDO I TUOI ERRORI E I MIGLIORAMENTI NEL TEMPO.


4. PAD MANI E PIEDI AI LATI OPPOSTI DELLA STANZA, AFFINCHE’ NON POSSANO ESSERE SCAMBIATI PER UNA MINI BATTERIA DA STUDIO E USATI IMPROPRIAMENTE PER CIMENTARSI IN QUESTIONI STILISTICHE O SEMPLICE CASINO. IN QUESTA STANZA SI STUDIA TECNICA. PUNTO.


5. METODO DI MISURAZIONE TECNICA VIC FIRTH, UN RUDIMENTO E’ DIAMOND SE VIENE FATTO CORRETTAMENTE AD UNA CERTA VELOCITA’. QUALCOSA DI MISURABILE E LIBERO DA QUALSIASI INTERPETAZIONE E GIUSTIFICAZIONE. UN METRO DI PARAGONE EQUO E SENSATO, CHE ADATTA LE VELOCITA’ AGLI STANDARD DEI MIGLIORI BATTERISTI A LIVELLO INTERNAZIONALE, OGNI RUDIMENTO LA SUA DIVERSA VELOCITA’ MASSIMA RELATIVA. NON TUTTI I RUDIMENTI POSSONO ESSERE PORTATI ALLA STESSA VELOCITA’.

Il video di cui sotto vi darà una panoramica di quelle che sono i semplici ritrovati che fanno di questa stanza una struttura unica sicuramente almeno a livello Italiano.
Ringraziamo di cuore Mr Neil Larrivee, responsabile Internazionale della Didattica Vic Firth
Evans & HQ International
Mr. Gianluca Aramini, responsabile Vic Firth Italia
Mr. Erik Denti di Bode SRL, responsabile di Evans e HQ Italia
La Bomap Italia, distributrice di Powerfeet
Mr Sergio Bellotti per il tempo prezioso che ci ha voluto regalare
tutto lo staff, allievi e amici della Drum School per il supporto in questo evento e per la loro dedizione nello studio.
Senza di voi non ci sarebbe niente e non servirebbe fare niente.
Ringraziamo Mr Dom Famularo per averci permesso di dedicare alla sua figura internazionale di didatta una struttura che non sarebbe neanche stata pensata se persone come lui non avessere deciso di dedicare la propria vita all’arte di questo fantastico strumento che continua a regalarci emozioni.
Uniche.
Foto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

volntino-stanza-dom-low-res
INAUGURAZIONE DOMENICA 6 GIUGNO 2010 ORE 17 – DOM’S ROOM – LA STANZA DI STUDIO AVANZATO DELLA TECNICA DEDICATA AL DRUMMING’S GLOBAL AMBASSADOR DOM FAMULARO – MAESTRO DI CERIMONIA MR SERGIO BELLOTTI, DOCENTE AL BERKLEE MUSIC SCHOOL OF BOSTON – ingresso libero e rinfresco offerto dalla scuola.
Articolo di Gigi Morello
Mr Dom Famularo, Drumming’s Global Ambassador, ambasciatore mondiale dei batteristi, non un semplice batterista, non un semplice insegnante, l’autorità mondiale nel campo della tecnica della batteria.
Per chi avesse già avuto il piacere di conoscere personalmente Mr Famularo, le parole che sto per scrivere sono più che scontate. Mr Famularo è nel campo della tecnica batteristica quello che potrebbe essere un luminare che insegna legge ad Harvard, che dopo avere studiato tutti i testi esistenti sul pianeta terra sviluppa ed insegna una didattica basilare che forma le fondamenta poi dell’insegnamento a livello mondiale.
Mr Famularo non insegna una sua tecnica, lui ha studiato ed analizzato tutte le tecniche, la loro evoluzione, le loro derivazioni, cercando (e riuscendo) in modo magistrale a carpirne ed insegnarne l’essenza, l’essenza tecnica dello strumento batteria. Non per niente è considerato all’unanimità l’esperto mondiale sulla tecnica batteristica.
Quando abbiamo deciso di creare una struttura univa al servizio dei batteristi, qualcosa che permettesse loro di avere delle solidissime basi di tecnica per potere poi affrontare con competenza gli argomenti stilistici, la pratica ecc, il tutto all’avanguardia quantomeno in Europa, il nome che ci è subito venuto in mente è DOM FAMULARO.
Mr Famularo, che oltre ad essere un Grande didatta è una Grande Persona ha colto il pensiero (spiegato sotto) e ha con il cuore deciso di patronicinare la nostra stanza con queste parole:

” I think these practicing booths are excellent! This is the way to speed the process of learning. With a mirror to see what you are playing in the moment and a video camera to review later what you played. This is what will empower students in the 21st century to learn and grow the drumming art form for the next generation!”
Dom Famularo
Drumming’s Global Ambassador
traduzione:
“Penso che questa stanza compartimentata per fare pratica sia eccellente! Questo è il modo di accellerare il processo di apprendimento. Con uno specchio per vedere quello che stai studiando al momento e una video camera per rivedere in seguito quello che hai suonato. Questo è ciò che darà potere alla capacità di apprendere degli studenti del 21mo secolo, e farà crescere questa forma d’arte per la prossima generazione”
Dom Famularo
Drumming’s Global Ambassador

LA FILOSOFIA DIDATTICA SU CUI SI FONDA LA “DOM’S ROOM”
La struttura si basa su consigli molte volte ripetuti ma spesso ignorati da alcuni dei più grandi batteristi e didatti della storia.

ESEMPIO:
“LE ALTEZZE DELLE BACCHETTE DEVONO ESSERE UGUALI, DOVRESTI USARE UNO SPECCHIO!!! (Giorgio Gandino)”

“LE BACCHETTE DEVONO COLPIRE ENTRAMBE LO STESSO PUNTO DEL TAMBURO PER OTTENERE UN SUONO EGUALE, PENSA CHE BUDDY RICH TENEVA UNA MONETA ATTACCATA AD UN MURO E LA TENEVA SU CON UN RULLO! (di nuovo Giorgio Gandino, il mio grande primo maestro)”

“CI SI DOVREBBE VIDEOREGISTRARE PER POI SCOPRIRE I PROPRI ERRORI E CORREGGERSI (mi sembra l’abbia detto Peter Erskine)”

“DOVRESTI SEPARARE IL TAMBURO DALLA BATTERIA COSI’ SEI FORZATO A STUDIARE SOLO QUELLO ALMENO PER UN PERIODO… TONY WILLIAMS HA STUDIATO ANNI SOLO CON I PIATTO (questo mi sembra un miscuglio di Tommy Campell e qualche altro saggio insegnante di cui non ricordo il nome)”

Chiunque di noi si è sentito ripetere questi principi dai propri insegnanti o da vari batteristi internazionali durante le loro clinic, ma poi… beh, lascio a voi vedere cosa succede dopo la lezione. Ci si lancia in soli e ritmi sfrenati appena si ha la possibilità di “studiare”.
“L’importante è avere groove” è assolutamente giusto in un corso di stile, o in un corso di pratica ma quando si studia tecnica ci vuole precisione, non ci sono giustificazioni di interpetazione. PERFEZIONE E BASTA. Spesso chi dice il contrario non conosce a fondo la tecnica e ha paura di mostralo. Conoscere solo tre o quattro rudimenti può andare bene per una batterista, ma per un didatta o per chi vuole conoscere a fondo lo strumento è assolutamente limitativo.
Ci vogliono due tipi di pensiero quando si insegna, due filosofie separate e che si compenetrano essendo assolutamente complementari:

1. QUANDO SI STUDIA TECNICA CI VUOLE PERFEZIONE, BASTA GIUSTIFICAZIONI DEL TIPO “L’IMPORTANTE E’ IL CUORE”

2. QUANDO SI STUDIA STILE E PRATICA LA TECNICA E’ SOLO IN FUNZIONE DEL GROOVE, LA TECNICA E’ SECONDARIA ALL’ESPRESSIONE DEL CUORE.

Ma provate ad esprime il groove di Steve Ferrone (mica scemi i Pooh) senza avere la sua tecnica di accompagnamento con la mano destra…. fatemi poi sapere…
Per dare agli allievi della Drum School una stanza che possono utilizzare in qualsiasi momento e gratuitamente e che permette loro SOLAMENTE di studiare tecnica, in aggiunta alle sale dove possono suonare con consuetudine nelle lezioni abbiamo seguito i consigli dei maestri

1. MULTIPLI SPECCHI E PAD HQ DAVANTI AGLI SPECCHI, GLI SPECCHI GRADUATI PER AVERE DEI PUNTI DI RIFERIMENTO SULLE ALTEZZE

2. PAD PER CASSA HQ CON SISTEMA POWERFEET PER SVILUPPARE CONTROLLO POTENZA E PRECISIONE NEI DUE PIEDI

3. UN SISTEMA DI VIDEOREGISTRAZIONE SU DVD CHE TI CONSENTE DI RIVEDERE LA TUA TECNICA MANI PORTANDOTI IL DVD A CASA, PER POTERTI CORREGGERE VEDENDO I TUOI ERRORI E I MIGLIORAMENTI NEL TEMPO.

4. PAD MANI E PIEDI AI LATI OPPOSTI DELLA STANZA, AFFINCHE’ NON POSSANO ESSERE SCAMBIATI PER UNA MINI BATTERIA DA STUDIO E USATI IMPROPRIAMENTE PER CIMENTARSI IN QUESTIONI STILISTICHE O SEMPLICE CASINO. IN QUESTA STANZA SI STUDIA TECNICA. PUNTO.

5. METODO DI MISURAZIONE TECNICA VIC FIRTH, UN RUDIMENTO E’ DIAMOND SE VIENE FATTO CORRETTAMENTE AD UNA CERTA VELOCITA’. QUALCOSA DI MISURABILE E LIBERO DA QUALSIASI INTERPETAZIONE E GIUSTIFICAZIONE. UN METRO DI PARAGONE EQUO E SENSATO, CHE ADATTA LE VELOCITA’ AGLI STANDARD DEI MIGLIORI BATTERISTI A LIVELLO INTERNAZIONALE, OGNI RUDIMENTO LA SUA DIVERSA VELOCITA’ MASSIMA RELATIVA. NON TUTTI I RUDIMENTI POSSONO ESSERE PORTATI ALLA STESSA VELOCITA’.

E’ forse inutile aggiungere che tutti gli insegnanti di tecnica approvati del Network GM Drum School eseguono per l’abilitazione tecnica TUTTI RUDIMENTI ALLA VELOCITA’ DIAMOND VIC FIRTH (è richiesto almeno entrare nella fascia Diamond). Questo è una garanzia che vi permette di sapere con certezza che la persona che vi sta tramandando le basi della tecnica è qualcuno che in primo luogo ha la tecnica necessaria per potere insegnare con competenza.
Dedichiamo questa stanza a Mr Famularo, che incarna l’essenza del corretto insegnamento tecnico. Personalmente aggiungo tra la massima sorgente di ispirazione nella creazione di questa piccola struttura didattica il mio Maestro mr. Giorgio Gandino i quali insegnamenti hanno sempre messo l’attenzione sulle vere cose inportanti della tecnica. Ringrazio inoltre Mr Sergio Bellotti che si è gentilmente offerto come autorità per compiere la cerimonia di inaugurazione.

gigi-morello-masterclass-asti
Domenica 30 Maggio 2010 si è svolta presso la sede centrale della Drum School la Masterclass tecnica di Gigi Morello per gli allievi dell’associazione “FUTURO MUSICA” di Villafranca d’Asti, diretti dal Direttore Didattico per la Provincia di Asti Ms. Sara Malandrone.
La clinic si è svolta sulle basi della tecnica delle mani e dei piedi, e ha incluso esercizi pratici che i ragazzi hanno sperimentato per sviluppare il corretto uso dei polsi, delle dita e delle tecniche di pianta e di punta sui pedali. I ragazzi hanno in anteprima sperimentato la nuova sala “Dom’s Room” dedicata al grande didatta americano Dom Famularo, che include pad HQ posti davanti a specchi graduati per lo studio delle altezze nei rudimenti, un sistema di videoregistrazione su DVD degli esercizi per potersi poi rivedere e correggere, allenatori per piedi HQ supportati dal sistema rivoluzionario Powerfeet per sviluppare la potenza la velocità e il controllo di entrambi i piedi.
Ecco cosa alcuni dei partecipanti hanno da dire riguardo alla masterclass:
QUESTO SEMINARIO E’ STATO UTILE PER IMPARARE COSE DI CUI NON SAPEVO NEANCHE L’ESISTENZA…
A.M.
HO POTUTO IMPARARE MOLTO SULLA TECNICA, CHE E’ LA BASE PER DIVENTARE UN BATTERISTA…
M.T.
IL SEMINARIO A CUI HO PARTECIPATO MI E’ SERVITO MOLTO, MI HA FATTO IMPARARE COSE CHE PRIMA D’ORA NON SAPEVO NEANCHE ESISTESSERO…
G.V.
ALL’INIZIO ERO UN PO’ NERVOSO E TIMIDO MA GIGI CI HA SAPUTO ACCOGLIERE IN MODO DA FARCI SENTIRE PIU’ SICURI DI NOI STESSI DICENDOCI CHE TUTTI NOI POSSIAMO FARCELA ATTRAVERSO L’ALLENAMENTO…
C.B.
IL SEMINARIO MI E’ PIACIUTO MOLTO … INOLTRE PENSO CHE SIA STATO MOLTO UTILE ANCHE A LIVELLO DI MENTALITA’, NEL SENSO CHE MI HA APERTO NUOVI ORIZZONTI SUL SUONARE LA BATTERIA. OLTRETUTTO GIGI CI HA SAPUTO PARLARE MOLTO BENE E CI HA FATTO CAPIRE CON ESEMPI PRATICI…
G.C.
INTERESSANTE, SPIEGATO IN MODO CHIARO, PRECISO. LA POSTURA DELLE MANI, DEI POLSI, DELLE DITA. E COME DEVO ESSERE SEDUTA. HO CAPITO CHE E’ SOLO UNA QUESTIONE DI ALLENAMENTO E DI TECNICA PRECISA….
R.V.
eccovi le foto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ricevi Newsletter

seguici sui social
Archivio