evans

bellotti-famularo
Video Italiano

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

English Video
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

“…bisognerebbe fare questi movimenti davanti ad un grande specchio…” Questo scriveva il grande Gene Krupa nel suo metodo pubblicato nel 1937.
Alla GM Drum School ci abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di mettere in pratica questo consiglio non solo di Gene Krupa, ma dei migliori didatti a livello internazionale. La Dom’s Room è la risposta “Si, hai ragione maestro!” a grandi del passato che hanno detto e ridetto che lo studio della tecnica è una cosa seria.
E’ un omaggio all’insegnante attuale che più a livello mondiale ha focalizzato il suo insegnamento sulle vere basi della tecnica, Mr Dom Famularo, studiando ed insegnando la teoria della tecnica a prescindere dai gusti personali e dalle varie scuole di pensiero, le vere basi della tecnica, come le varie impostazioni tedesca, francese, americana e tutte le loro interpretazioni ed applicazioni differenti hanno delle solide basi che hanno a che fare con movimenti logici ed appropriati a quello che si deve suonare, un approccio molto razionale, di livello filosofico e universitario, mai raggiunto prima d’ora nell’insegnamento di questo fantastico strumento.
Quindi un omaggio ad una persona che più di ogni altro didatta dei nostri tempi ha saputo guardare in avanti con uno sguardo rispettoso al passato, unendo la tradizione, la praticità alla funzionalità della tecnica, al servizio di qualsiasi batterista, qualsiasi sia il genere musicale che desidera suonare.
Domenica 6 giugno 2010, si è svolta l’inaugurazione della “Dom’s Room”, stanza attrezzata allo scopo di creare un ambiente in cui sia solo possibile studiare la tecnica, nient’altro, con un’osservanza assolutamente meticolosa alla perfezione dei movimenti.
Per l’inaugurazione abbiamo avuto l’onore di avere come maestro di cerimonia Mr. Sergio Bellotti del Berklee Music College of Boston,  la controparte alla tecnica, un’autorità sugli stili musicali per sottolineare che la tecnica è solo un modo di trasferire nelle mani quello che hai nel cuore.
Come due materie diverse ma assolutamente complementari, tecnica e stile si intrecciano in un essere e divenire di emozioni e possibilità, uno yin e yang della batteria. La tecnica non è un fine ma un mezzo. Ma senza un mezzo valido è difficile realizzare i propri scopi artistici pienamente.
La stanza offre dei ritrovati semplici ma pensati per offrire un controllo globale ad un batterista che desidera studiare la tecnica con coscienza e precisione, in aggiunta al suo regolare studio del groove e degli stili musicali che più lo ispirano.

1. MULTIPLI SPECCHI E PAD HQ DAVANTI AGLI SPECCHI, GLI SPECCHI GRADUATI PER AVERE DEI PUNTI DI RIFERIMENTO SULLE ALTEZZE


2. PAD PER CASSA HQ CON SISTEMA POWERFEET PER SVILUPPARE CONTROLLO POTENZA E PRECISIONE NEI DUE PIEDI


3. UN SISTEMA DI VIDEOREGISTRAZIONE SU DVD CHE TI CONSENTE DI RIVEDERE LA TUA TECNICA MANI PORTANDOTI IL DVD A CASA, PER POTERTI CORREGGERE VEDENDO I TUOI ERRORI E I MIGLIORAMENTI NEL TEMPO.


4. PAD MANI E PIEDI AI LATI OPPOSTI DELLA STANZA, AFFINCHE’ NON POSSANO ESSERE SCAMBIATI PER UNA MINI BATTERIA DA STUDIO E USATI IMPROPRIAMENTE PER CIMENTARSI IN QUESTIONI STILISTICHE O SEMPLICE CASINO. IN QUESTA STANZA SI STUDIA TECNICA. PUNTO.


5. METODO DI MISURAZIONE TECNICA VIC FIRTH, UN RUDIMENTO E’ DIAMOND SE VIENE FATTO CORRETTAMENTE AD UNA CERTA VELOCITA’. QUALCOSA DI MISURABILE E LIBERO DA QUALSIASI INTERPETAZIONE E GIUSTIFICAZIONE. UN METRO DI PARAGONE EQUO E SENSATO, CHE ADATTA LE VELOCITA’ AGLI STANDARD DEI MIGLIORI BATTERISTI A LIVELLO INTERNAZIONALE, OGNI RUDIMENTO LA SUA DIVERSA VELOCITA’ MASSIMA RELATIVA. NON TUTTI I RUDIMENTI POSSONO ESSERE PORTATI ALLA STESSA VELOCITA’.

Il video di cui sotto vi darà una panoramica di quelle che sono i semplici ritrovati che fanno di questa stanza una struttura unica sicuramente almeno a livello Italiano.
Ringraziamo di cuore Mr Neil Larrivee, responsabile Internazionale della Didattica Vic Firth
Evans & HQ International
Mr. Gianluca Aramini, responsabile Vic Firth Italia
Mr. Erik Denti di Bode SRL, responsabile di Evans e HQ Italia
La Bomap Italia, distributrice di Powerfeet
Mr Sergio Bellotti per il tempo prezioso che ci ha voluto regalare
tutto lo staff, allievi e amici della Drum School per il supporto in questo evento e per la loro dedizione nello studio.
Senza di voi non ci sarebbe niente e non servirebbe fare niente.
Ringraziamo Mr Dom Famularo per averci permesso di dedicare alla sua figura internazionale di didatta una struttura che non sarebbe neanche stata pensata se persone come lui non avessere deciso di dedicare la propria vita all’arte di questo fantastico strumento che continua a regalarci emozioni.
Uniche.
Foto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Sesto giorno, proseguono le attività didattiche e non di vacanza in Musica.
Le lezioni prevedono le classi di tecnica con Gigi Morello, stile e interpetazione con Gianluca  Fuiano e ensemble di percussioni di Luca Turolla.
Sono ora pienamente attive le classi di Musica D’insieme dirette da Nico Di Battista dove alcuni degli allievi suonano alcuni brani originali e non insieme agli allievi delle classi di altri strumenti.
Inizia la preparazione del brano per 4 allievi batteristi solisti diretto da Gigi mentre Gianluca prosegue la preparazione della grande orchestra di tamburi.
Prove del laboratorio di Luca Turolla, ecco un breve clip video

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Arrivano alcuni VIP, tra i quali Massimo Pacciani, uno dei batteristi più richiesti in studio (Raf, Irene Grandi, Fiorello, Laura Pausini e molti altri), Sergio Fanton (Drum Tech di grandi quali Stewart Copeland dei Police, Jo Jo Meyer, Steve Smith ecc.) e Erik Denti e Riccardo Travain, responsabili della Evans italia.
Si preparano i seminari di Domani nella splendida sala seminari della location

La sera con i ragazzi si va a bere una birra in piazza dove Massimo Pacciani e Sergio Fanton raccontano le loro esperienze con i big della musica internazionale davanti a bocche aperte e facce ammirate.

A domani!

Ricevi Newsletter

seguici sui social
Archivio