Hartman

macaluso-ciccioni

E’ ricominciato l’anno accademico alla Gm Drum School e, come previsto, ricominciano anche gli appuntamenti della Scuola con artisti provenienti da panorami internazionali e nazionali.

Il 29 Settembre era d’obbligo essere a Torino per assistere alla clinic di due grandi batteristi: John Macaluso (Malmsteen, ARK, ecc) e Dario Ciccioni (Hartman, Twinspirits, ecc).

L’evento si è svolto, come di consueto, alla sede centrale della Gm Drum School a Torino ai Docks Dora dove, appena entrati nella sala, siamo stati subito travolti dalla presentazione del Presidente della GM DrumSchool, Gigi Morello, che ha introdotto i due artisti al pubblico presente: un paio di domande e poi via alla musica. A Mr. Ciccioni viene subito chiesto il suo parere riguardo all’impatto scenico che deve avere un batterista e tutti concordiamo nella sua risposta,ossia, che va bene intrattenere il pubblico purchè non lo si faccia in maniera volgare, vale a dire, quando l’eccessiva presenza scenica ostacola l’espressione musicale. A Mr. Macaluso (Newyorkchese con nonni di origine siciliana)  gli si chiede il suo lavoro nell’uso dei tempi dispari e nella scomposizione ritmica. John si mostra subito disponibile e simpatico e in parole semplicissime, tradotte a modo da Gigi per i non anglofoni, ci parla della divisone dei sedicesimi in modo da creare sequenze dispari allenando così il proprio cervello a qualcosa che abitualmente non faremo. E dopo questa breve introduzione si lascia spazio alla musica.

Si parte alla carica con Dario Ciccioni, classe 1984, che si presenta con un tiratissimo pezzo metal dei TwinSpirits capace di far scatenare e coinvolgere anche il meno interessato al genere. Subito si vieni colpiti dalla grande capacità tecnica di Dario, ma ciò che colpisce è il suo gusto musicale nelle costruzioni ritmiche aiutate da una sana dose di, non volgare, “giocoleria” con le bacchette. Appena finito il brano Ciccioni incomincia a raccontare la sua esperienza nell’arco degli anni con lo studio e con diversi gruppi, per poi approfondire il discorso sullo stile raccontando che non bisognerebbe mai fossilizzarsi su un solo stile ma spaziare in vari generi musicali, acquisire ispirazione da chiunque e dovunque, suonare sui brani musicali che hanno fatto la storia e, soprattutto, non perdere mai la passione per il proprio strumento. Dopo queste brevi parole, il giovane batterista, ci suona un medley di brani di artisti che l’anno influenzato partendo dai Beatles e finendo… Con i Messhuggah! Dopo il Medley Dario ci suona un bellissimo tributo al Re del Pop, Michael Jackson, in un duetto di batteria e voce mostrando la capacità di come solamente la batteria possa essere in grado di sostenere una voce potente come quella di jackson.

Dopo 5 minuti di pausa alla batteria si posiziona Mr. Macaluso che inizia un assolo travolgente dove il conteggio è impossibile. Il Maestro passa da ritmi pari a ritmi dispari con una semplicità a dir poco sconvolgente, ma ancora più sconvolgente è il modo in cui rende questi passaggi fluidi mantenendo il groove e una potenza di suono invidiabile da molti dei batteristi presenti. Dopol ‘assolo, Macaluso, riprende il discorso della scomposizione ritmica, parla del suo drumming con il gruppo ARK (non il gruppo Pop del 2000 ma la band progressive, per chiarire),di come è nato il gruppo, da che tipo di stili è stato influenzato, del suo periodo di studio al PIT (Percussion Institute Technology) con maestri come Joe Franco, Dom Famularo, Rod Morgenstein e del suo periodo di batterista con gruppi e artisti del calibro di TNT, Malmsteen, James Labrie, ecc. A seguire questo breve discorso è un brano degli ARK dove John ci mostra tutto ciò che ci ha appena spiegato, inutile dire che il brano colpisce notevolmente, riportando alla nostra mente i King Crimson, gli Yes, i Dream Theater e anche un po’ i Metallica.

Ormai però il tempo e agli sgoccioli e dopo un ultimo breve assolo improvvisato e una canzone dell’album solista dell’Artista bisogna salutarsi.

La Gm DrumSchool ha di nuovo trovato due Grandi con la “G” maiuscola in grado di trasmettere e insegnare qualcosa di nuovo e personale e, come al solito, la scuola ha trovato di nuovo il meglio.

Alla prossima puntata con Il Groove Course di Mr. Sergio Bellotti ad Ottobre e con Mr. Israel Valera per le Style Lesson di Flamenco e Latin.

Alla Prossima!

Francesco “Hoffman” Balzarro

RESPONSABILE UFFICIO STAMPA

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Lingua Sito
Ricevi Newsletter

seguici sui social
Archivio