gianpaolo petrini

“Ma sei parente di Joe Morello?” Questa la domanda che il Presidente di GM Drum School, il didatta e batterista torinese Gigi Morello si è sentito ripetere nell’arco dei quasi 30 anni della sua carriera musicale e didattica sin dal sul primo maestro, Giorgio Gandino, quando Gigi aveva solo 16 anni. “Purtroppo no!” la risposta di Gigi, una risposta che lo ha portato ad apprezzare e stimare l’illustre omonimo, fuoriclasse della batteria internazionale.

Joe Morello, noto didatta della batteria internazionale e batterista storico di Dave Brubeck (con il quale ha registrato brani immortali della storia del Jazz quali “Take Five”) si spegneva il 12 marzo 2011 a 82 anni lasciando un segno nella storia della musica e ancor più nella storia della didattica della batteria, avendo creato diversi metodi didattici ancora oggi una pietra miliare per l’apprendimento dell’arte di questo strumento.

Mesi prima della scomparsa di Joe, Gigi aveva cercato di intercedere presso gli amici Didatti di Livello internazionale Sergio Bellotti e Dom Famularo per potere avere un piccolo posticino nella densa agenda didattica di Joe Morello e potere studiare con lui in America, anche solamente per andare da lui e dirgli “sono fiero di avere il tuo stesso cognome”. Il Maestro insegnava solamente a persone selezionate, con una lunga lista d’attesa.
La risposta di Dom Famularo, massimo esponente della didattica a livello internazionale e amico personale di Joe Morello è stata: “Joe non sta molto bene, per il momento non sta insegnando.”

Dopo alcuni mesi la triste notizia.

Da qui è nata l’idea di un tributo al grande Musicista scomparso, un evento ad ingresso libero dove alcuni dei migliori batteristi Italiani potessero esibirsi in un concerto unico, per dare un tributo ad un grande musicista Italo Americano.
Mesi di lavoro per trovare il luogo, una location degna di un tributo di alto livello per una persona di alto livello, l’invito di musicisti sensibili da tutta Italia che condividessero il rispetto per questo grande musicista, la ricerca di sponsor che finanziassero le logistiche in modo che questo tributo fosse completamente gratuito, senza interessi lucrativi di alcun genere.

Poi la pubblicità il 2000 manifesti, la pubblicità su internet, i comunicati stampa, il coinvolgimento personale di personalità del campo delle Istituzioni, della cultura, dello spettacolo, perché questo tributo avesse la risonanza di un grande ultimo saluto ed un ringraziamento per quello che questo grande uomo ci ha lasciato.

L’EVENTO

L’evento si svolgerà Domenica 29 Maggio 2011, dalle ore 10 alle ore 23, presso la splendida Basilica di Superga di Torino, sede delle tombe dei Reali D’Italia.

L’evento vedrà la partecipazione di alcuni dei migliori musicisti e didatti Italiani e verrà presentato oltre che da Gigi Morello, ideatore della manifestazione, dal didatta internazionale Sergio Bellotti, italo-americano e docente presso il Berklee Music College of Boston e da una Madrina d’eccezione, la nota presentatrice di Sky Barbara Castellani coaudivata da Mirella Rocca, personaggio di spicco della Movida Torinese.

All’evento oltre alla partecipazione fisica di moltissime Celebrità di ogni campo sarà presente la partecipazione virtuale di Diversi artisti internazionali, in primis Dom Famularo, che per l’occasione ha girato un video inedito per la proiezione in esclusiva all’evento, più diverse altre testimonianze Video e per iscritto, di Artisti Internazionali che non potendo presenziare di persona, hanno inviato il proprio tributo digitale.

L’evento è reso possibile e finanziato dalla sensibilità dimostrata da sponsor quali:

GM DRUM SCHOOL
RVS srl
MAESTRO RISTORANTE CATERING
PARTESA
COPOTECH S.A.S
TRENTA DENARIA OSTARIA PIZZERIA
TRE TAU ENGINEERING
MAGAZZINO MUSICALE DI MERULA
C.S.F. DI VACCARO FRANCESCO
GRUPPO IDEA IMMOBILIARE
RINGOMUSIC
GRUPPO IDEA IMMOBILIARE
VIBE DRUM

SI RINGRAZIANO INOLTRE DI CUORE LE PERSONE CHE PIU’ HANNO CONTIBUITO ALLA RIUSCITA ORGANIZZATIVA DI QUESTO EVENTO, IN PARTICOLARE LO STAFF DELLA GM DRUM SCHOOL CON PARTICOLARE NOTA A ENRICO CAMPO E TONY RICCIARDI

La ditta Vibe Drum inoltre ha creato un Rullante commemorativo dell’evento, Bianco con Meccaniche Dorate, che verrà firmato da tutti gli artisti che parteciperanno all’evento e inviato alla Vedova di Joe, insieme alla somma raccolta per lei da parte delle persone generose che vorranno partecipare.

LISTA DEGLI ARTISTI CHE SI ESIBIRANNO

TONY ARCO
ANDREA BECCARO
LUCIANO BECCIA
CARLO BELLOTTI
SERGIO BELLOTTI
CARLO BERNARDINELLO
ELVIN BETTI
MARCO BRIATORE
CARLO CANNAROZZO
FURIO CHIRICO
CRISTIANO CORAGGIO
IACOPO CORETTI
LEONARDO DE LORENZO
LUCREZIO DE SETA
IGOR DEZUTTO
FRANCESCO DI BATTISTA
GAETANO FASANO
GIANLUCA FUIANO
MAURO GATTO
GIANNI INSALATA
GIULIA LAZZARINO
RICCARDO LOMBARDO
ALESSANDRO LOMBARDO
“MAMAGARI” M. GARIMANNO M. RIVAGLI
CARLOS MAN
GIGI MORELLO
ROLANDO NESTA
MICHELE OSTO
FEDERICO PAULOVICH
GIANPAOLO PETRINI
ALEX PICCIAU
ELISA PILOTTI
FLAVIO PIOVANO
MANUEL PROTA
RAMON ROSSI
ANDREA RUFFATO
ROBERTO RUFFATO
MASSIMO RUSSO
GILSON SILVEIRA
LUCA TUROLLA
MARCO VOLPE

LINK DELL’EVENTO:

MANIFESTO AD ALTA RISOLUZIONE:
http://www.gigimorello.com/joeevent.jpg

MANIFESTO A BASSA RISOLUZIONE
http://www.gigimorello.com/joeeventlow.jpg

PRESENTAZIONE DELL’EVENTO
http://www.gigimorello.com/joe/

COMUNICATO STAMPA ITALIANO

http://www.gigimorello.com/comunicatostampajoe.pdf

COMUNICATO STAMPA IN INGLESE

CONTATTI UTILI

Mail
info@gmdrumschool.com

telefonico (x Urgenze)
3393875567

turin-marathon-2010

Ieri 6 novembre 2010, presso l’headquarter nazionale GM Drum School si è svolta la riunione organizzativa dell’evento “84 BATTERISTI alla Turin Marathon 2010”.

La maratona che prevede un’affluenza di più di 25000 partecipanti si svolgerà su di un percorso lungo 42 km, e ad ogni 500 metri del percorso un batterista inciterà e spronerà i corridori con ritmi intriganti.

Alla riunione erano presenti l’organizzatore della maratona Alex Bianchi, il Presidente Nazionale della GM Drum School Gigi Morello, il responsabile nazionale della sezione batteria della Lizard Gianluca Fuiano, il rappresentante della AMM National School Simone Franchino e il Presidente del Professional Drum Gianpaolo Petrini.

Dopo che Mr Bianchi ha illustrato il percorso e i punti chiave che rendono la Turin Marathon un evento unico al mondo, come unica al mondo è la partecipazione di 84 batteristi lungo il percorso, si è parlato dell’organizzazione dello stesso.

Il giorno prima, sabato 13 novembre 2010 alle ore 16, in Piazza San Carlo, davanti alle autorità e alle telecamere della Rai e di altre TV i batteristi si esibiranno in una performance d’ensemble, capitananti dai massimi esponenti della didattica percussiva del Piemonte e d’Italia che si esibiranno in una breve performance stilistica. Accompagneranno i batteristi in un un’esibizione percussivo-canora le splendide voci di alcuni studenti dell’Associazione Culturale Art’Es diretti dalla nota insegnante di Canto e Vocal Coach Torinese Ms Federica Gili.

Il giorno seguente, il giorno della Turin Marathon, sempre sotto i riflettori di stampa,TV nazionale e internazionale, i batteristi si distribuiranno lungo il percorso, scandendo il tempo e incitando i 25 mila partecipanti alla maratona.

DA RICORDARE, PER CHI VOLESSE ANCORA PARTECIPARE I BATTERISTI POSSONO ESSERE PIU’ DI 84, QUINDI LA TUA PARTECIPAZIONE E’ ANCORA POSSIBILE, REQUISITO MINIMO: RIUSCIRE A TENERE ALMENO UN RITMO IN 4/4.

APPUNTAMENTO PER LE PROVE DELL’ENSEMBLE DI PIAZZA SAN CARLO: HEADQUARTER NAZIONALE GM DRUM SCHOOL VIA VALPRATO 68, VENERDI’ 12 NOVEMBRE 2010, DALLE ORE 22 ALLE ORE 24. AL TERMINE DELLA RIUNIONE VERRANNO ASSEGNATE LE POSTAZIONI DOVE OGNI BATTERISTA SUONERA’ ALLA TURIN MARATHON

APPUNTAMENTO PER LO SPETTACOLO IN PIAZZA SAN CARLO: SABATO 13 NOVEMBRE ORE 15, DA PORTARE, GRANCASSA HI HAT E RULLANTE E PIATTO E TAPPETINO DA PIAZZARE SOTTO ALLA BATTERIA, NIENTE DI PIU’. LO SPETTACOLO SI SVOLGERA’ ANCHE IN CASO DI MALTEMPO

APPUNTAMENTO PER LA TURIN MARATHON: DOMENICA 14 DICEMBRE NEI POSTI ASSEGNATI AI SINGOLI BATTERISTI, ORE 8 E 30. DA PORTARE, GRANCASSA HI HAT E RULLANTE E PIATTO E TAPPETINO DA PIAZZARE SOTTO ALLA BATTERIA, ABITI SPORTIVI MA CALDI, LA DURATA DELLA PRESENZA NECESSARIA E’ DI CIRCA 4 ORE.

UN NUMERO LIMITATO DI STRUMENTI VERRANNO PRESTATI PREVIA CAUZIONE DAL NAGOZIO DI BATTERIE SPECIALIZZATO “RINGOMUSIC” DI VIA VIVERONE 3, TORINO

Ecco le foto della riunione organizzativa.
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Domenica 7 Marzo si è svolta a Torino la Clinic del grande batterista Americano di origine svizzera Jojo Mayer.
Organizzato dalla GM Drum School e dalla Lizard di Gianluca Fuiano in esclusiva per il Piemonte e la Liguria, l’evento ha riunito un grande comunità di batteristi dal piemonte e la liguria tra cui numerosissimi studenti, batteristi e alcuni insegnanti di spicco della scena italiana tra cui i maestri Giorgio Gandino, Carlo Bellotti, Elisa Pilotti, Maurizio Plancher, Gianpaolo Petrini, e alcuni insegnanti delle diverse sedi della Drum School tra i quali  Enrico Campo, Franco Stella e Massimo Cioffi. Presente anche l’amico Maestro dalla lombardia Luca Turolla, responsabile del Network nazionale dell’Accademia di Musica Moderna.
Mr Jojo Mayer @ GM Drum School
Magistralmente organizzato dall’Artist Manager di Sonor Italia Mr Sergio Fanton, la clinic ha trattato diversi argomenti cari ai batteristi, tra i quali la tecnica, la concettualità e la trasmissione di concetti ritmici e tecnici in modo musicale. Il feedback da parte degli spettatori è stato a dir poco favoloso.
Mr Mayer ha suonato su di una splendida Sonor SQ2 con meccaniche dorate suonando principalmente su basi di tipo elettronico e Drum and Bass, repertorio della band di Mr Mayer, i noti Nerve.
Ecco a voi un piccolo slideshow dell’evento.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Purtroppo per problemi legati a vincoli contrattuali di mr Mayer non abbiamo potuto filmare la parte suonata della clinic, ma siamo riusciti ad ottenere un piccolo video didattico dove il Maestro spiega la tecnica Moeller, tradotto in simultanea in Italiano da Gigi Morello, per la prima volta sul web in italiano.
Eccolo a voi.
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Si ringrazia inoltre per l’aiuto Andrea D’Urso, Ruggero Piazza, Naike Musso, Andrea e il parroco della Parrocchia di Gesù Buon Pastore, che ha messo a disposizione per l’evento lo splendido teatro parrocchiale.
Vi Aspettiamo ora per il prossimo Evento Internazionale, il secondo appuntamento con l’advanced Groove Course del Maestro della Berklee School of Music Sergio Bellotti, che si svolgerà presso la sede centrale della drum school il 24-25 e 26 Aprile 2010. Le prenotazioni sono aperte.

Domenica 31 Gennaio 2010 si è svolta presso il Peocio di Trofarello l’evento “Batteristi per Haiti”.

batteristi-per-haiti-locandina
L’evento, ideato da Gigi Morello, fondatore e presidente della GM Drum School, in coordinazione con il Direttore piemontese della croce Rossa Piemontese, dottor Tonino Calvano, ha coinvolto numerosi batteristi e percussionisti in rappresentanza della maggioranza delle realtà didattiche batteristiche piemontesi.

batteristi-x-haiti-e-dot-calvano

L’evento è stato pubblicizzato tramite TV, radio giornali e sul web.

intervista-videogruppo

Presenti oltra alla “GM Drum School“, il “Percstudio” di Giorgio Gandino, “l’Accademia di Musica Moderna” di Furio Chirico, L’Accademia “Lizard” di Gianluca Fuiano, L’Istituto Musicale Baravalle  di Carlo Bellotti, la scuola di Sergio Ponti, la scuola “LA RITMICA” di Gianni Branca la “Suoneria” dove insegnano Rolando Nesta ed Alessia Mattalia.

Durante lo spettacolo numerosissimi esperti delle arti percussive si sono esibiti in performance live di varia natura e genere musicale, Insegnanti ed allievi spalla a spalla, accompagnati da diversi validi musicisti nel dettaglio:
Carlo Bellotti, Gianni Branca, Alberto Borio, Emanuele Boschi, Gianluca Buosi, Alberto Colletti, Marco Cutolle,  Anna Di Leva, Gianluca Fuiano, Simone Franchino, Daniele Garese, Max Gordiani, Stefano Griffone, Riccardo Lombardo, Riccardo Moffa, Gigi Morello, Rolando Nesta, Ruggero Piazza, Fabrizio Piva, Maurizio Plancher, Daniele Rauso, Raphael Saini, Marco Sperindio.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nell’arco della serata sono stati messi all’asta di beneficenza per Haiti 2 strumenti musicali, un Cahon offerto da Ringomusic di Torino e un Rullante commemorativo dell’evento, bianco con la croce rossa, da Vibe Drum, di Imola. Il noto batterista a livello internazionale Marco minnemann ha offerto diversi suoi CD per la vendita e la vendita di questi è andata in beneficenza.

foto-rullo-croce-rossa-1 vibe drum

Alcuni  batteristi e noti didatti che non hanno potuto presenziare all’evento hanno inviato un saluto che è stato letto sul palco durante l’evento, tra di essi diversi insegnanti del Berklee Music School of Boston sensibilizzati dall’insegnante Sergio Bellotti: Ecco alcuni dei commenti e saluti:

 

My words are empty and meaningless… for having never experienced such a  horrific tragedy…but for those who have… their words speak from the heart..and perhaps the words of a holocaust survivor reflect a resilient spirit… that the people of Haiti will have to draw upon from their reservoir of hope….. ” A home is something you lose….”

The people of Haiti will forever be in my thoughts and prayers…

Ciao,

Jon Hazilla (Brush Master insegnante al Berklee Music College di Boston))

“In addition to helping however you can, pray for the victims in Haiti and others like them all over the World; that we may see more acts of kindness, like when families take in an orphan from such a disaster.”

Mike Mangini (insegnante al Berklee Music College di Boston)

How cool!

What a great move….I’d rather put in some of my CDs for sale and donate the money of that.

Marco Minnemann

Tragedie come quella di Haiti ci fanno riflettere su quanto preziosa sia la vita, l’acqua ed una mano tesa per chi ne ha bisogno.

Con la batteria possiamo farci sentire. Donare soldi e’ molto importante ma lo e’ anche prodigarsi con la propria arte per aiutare alla raccolta di soldi.

Gli artisti potrebbero fare molto di piu’ e tutto l’anno perche’ le catastrofi e i bimbi che muoiono di fame e’ un problema di ogni giorno.

Spero che questa ed altre iniziative abbiano sempre una parte degli incassi per le tante cause da risolvere.

GOD BLESS THE WORLD….non GOD BLESS THE USA come dicono qui negli usa. E come cantava Sting con i Police. ONE WORLD (not 3)

Un abbraccio a tutti da Boston

Sergio Bellotti (insegnante al Berklee Music College di Boston)

“NON SEMPRE E’ POSSIBILE CONDIVIDERE LE EMOZIONI DELLA MUSICA INSIEME, GLI IMPEGNI A VOLTE CI PORTANO LONTANO, MA IL CUORE E’ UNO SOLO ED INDIVISIBILE ED E’ TUTTO PER HAITI

FURIO CHIRICO presidente per il Piemonte della Accademia di Musica Moderna

“Dear friends,Through the ages, the drum has been many things, but, above all, it has been a messenger. At this gathering, let our drumming send a message of hope, compassion and brotherhood, as we try to lend a helping hand to those who have been hit hard by nature’s unpredictable force. And, as we reach out help others, we are helping ourselves also, for maybe we can’t stop bad things from happening, but there is a sense of empowerment that comes from playing a part, even a small one, in making things a little better. Much like practicing improves our drumming, helping those in need makes us better people. And never forget, tomorrow it could be you or me in a horrible situation like the one people of Haiti are facing today. This fact alone should give you every reason to do what you can to help!My best to all of you, and, on this night,  may your drumming be heard all the way to Haiti!”

Marko Djordjevich docente del Drummer’s Collective di New York

“Cerchiamo di non vivere nella cecità,nella sordizia,nell’ignoranza,nell’indifferenza ma cerchiamo di svegliarci per ritrovare un pò di buon senso e di dignità per tutta quella gente e quei bambini rimasti da soli”.

GianPaolo Petrini, fondatore della Scuola “Professional Drum”

Ciao a tutti!

Come forse già sapete, recentemente sono stato sottoposto ad una delicata e importante operazione chirurgica, che fortunatamente si è risolta nel migliore dei modi.

Tuttavia non ho ancora riacquistato al meglio le forze, ed è questo il motivo che mi impedisce di essere oggi qui con voi e partecipare a questo evento voluto e realizzato dall’amico Gigi Morello.

Vi immagino numerosi e carichi di… colpi singoli-doppi e paradiddles!

Adesso fate un applauso a Gigi che ha dimostrato, oltre alla indiscussa bravura come batterista, di avere una sensibilità da vero artista.

Ti abbraccio Gigi… e a voi tutti un caro saluto!

Giorgio Gandino, presidente del Percstudio e uno dei padri della batteria in piemonte

beh di solito non è che sia molto bravo con i discorsi, perciò posso solo dire che ammiro tutte le persone che hanno partecipato a questa manifestazione e che purtroppo anche se non posso essere presente di persona lo sono di sicuro con il cuore!

Chiudo con una citazione;

“La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai.”

Henry David Thoreau

Mark Bonfry, batterista emiliano e fondatore del portale per batteristi “Drummershouse.net”

“oggi si dimostra che la musica non solo unisce

gli animi ma è anche in grado di unire le persone per aiutare concretamente chi soffre”.

Alessia Mattalia, insegnante di batteria piemontese

 

Si vuole rendere noto che l’intero personale di Peocio capitanati da Tony Scantamburlo ha devoluto in beneficenza la paga della giornata di lavoro. Si ringrazia inoltre l’aiuto dei volantari della Croce Rossa di Trofarello, coordinati da Roberto Ghio, e l’organizzazione logistica e pubblicitaria dell’evento da parte di Franco Stella ed Enrico Campo e l’aiuto speciale fornito da Marco Sperindio per la raccolta fondi.

L’intero incasso degli ingressi, degli strumenti messi all’asta e delle offerte dei partecipanti è stato devoluto alla Croce Rossa Italiana per aiutare i bimbi vittime del terremoto di haiti.
 

Ricevi Newsletter

seguici sui social
Archivio