ufip

Domenica 20 Dicejam session GM Drum School @ Peociombre 2009 si è svolta la Festa di Natale e Jam Session per batteristi della Drum School, presso il Peocio di Trofarello.

Il locale era gremito, il cibo e le bevande buone,  e una trentina di batteristi si sono esibiti sul palco accompagnati dagli ottimi Angy Zoggia alla chitarra e voce e Fufo Serra al Basso.

La manifestazione ha avuto un tale successo in termini di approvazione da parte del pubblico e dei batteristi presenti all’evento che verrà ripetuta, probabilmente alla cerimonia di presentazione dei certificati, in Aprile 2010.

Ecco alcune foto dell’evento. Si ringraziano Tony del Peocio, Angy Zoggia, Fufo Serra e Marco (fonico del Peocio)

Mr Carlo Cannarozzo, batterista della Live Band più famosa d’Italia, non ha bisogno di grandi presentazioni.

Con più di 2000 concerti alle spalle, Mr Cannarozzo ha suonato in qualsiasi tipo di situazione live, dalle piazze ai grandi Palchi agli stadi.

Oltre ad essere d’esempio come IL BATTERISTA LIVE, Carlo ha sviluppato negli anni un’esperienza nel campo del Funk e della Disco che lo porta ad essere un punto di riferimento per i batteristi che vogliono suonare questo stile  musicale professionalmente.

LUNEDI’ 23 NOVEMBRE, ORE 20 presso la sede centrale GM Drum School il noto batterista farà una lezione di stile sul Funk Disco e presenterà il suo nuovo corso “THE LIVE DRUMMER -  Come sopravvivere a più di 2000 concerti live” indirizzato soprattutto a coloro che vogliono intraprendere seriamente un’attività di batterista live.

Il Costo dello style Course e della presentazione è di 5 euro. Per prenotazioni scrivere alla segreteria della scuola.

carlo cannarozzo @ gm drum school 23 novembre 2009

Giovedì 24 Settembre, presso il Magazzino di Gilgamesh si svolgerà la Masterclass di Massimo Manzi, batterista Jazz Italiano di prim’ordine.

Massimo, oltre ad essere un collega Endorser UFIP è da circa 25 anni in primo piano sulla scena jazzistica. Incide oltre centoventi CD da sideman (20 dei quali col pianista Renato Sellani, 8 in trio con Franco D’Andrea e 5 con Lee Konitz, tutti per “Philology”) e, come leader, “Quasi Sera” (2000 con Di Sabatino, Bosso, Micarelli, Garofoli, Innarella, Morganti, Bulgarelli) ed “Identità” (2007 con Liebman, Dulbecco, Dalla Porta) entrambi per la Wide. Collabora con altri grandi solisti come Wheeler, Metheny, Woods, Fresu, Tchicai, Urbani, Tommaso, Rava, Rea, Farlow, Van Damme, Golson, Basso, Moriconi, Cerri, Salis, Fewell, Giammarco, Fariselli, Lama, Boltro, Mancinelli, Tavolazzi, Tracanna, Morgera, DiModugno e molti altri. Concerti a Tokyo con Galliano, ed a Mexico City, Melbourne, San Juàn e New York con G.Tommaso, ed in diverse località europee con vari solisti.

masterclass-massimo-manzi-24-settembre-600

Intervistato dal Nostro Franco Stella al termine del suo seminario, Sergio inizia a parlare delle sue esperienze di musicista e quindi della musica Pop e Leggera sulla quale ha potuto lavorare fin dall’età di 21 anni nello specifico pre produzioni in studio di registrazione per Gatto Panceri per produzioni di Franz Di Cioccio, Mina, Patrick Dzivas, Mogol e racconta diversi aneddoti su di queste.

Grazie alla collaborazione con questi noti artisti Sergio ha potuto acquisire esperienza sul portare il tempo, precisione e sonorità, ma soprattutto ha imparato a muoversi nel pianeta musica, che oggi è il suo habitat naturale, infatti Sergio è diventato da anni un manager musicale affermato. Oggi è uno dei più grandi Artist Manager d’Italia e si occupa di gestire le relazioni con circa 700 batteristi per UFIP e SONOR. Lavoro che ci spiega essere estremamente difficile ma pieno di grandi soddisfazioni.

I ricordi di Sergio tornano ai momenti delle prodizioni SONY di Rudi Zerbi (ultimamente Produttore degli artisti di amici di Maria De Filippi) per il gruppo di cui era il batterista, gli Zoo che insieme ai Blu Vertigo erano il gruppo per eccellenza negli anni 90).

Anche per Sergio la vita del musicista inizialmente è stata dura e insinuosa in quanto subordinata ad altri lavori, infatti per riuscire a continuare a studiare come Batterista faceva il Barista!! Ma la grande passione ed impegno gli consentono di aprire un negozio di strumenti musicali che da 15 anni ad oggi è uno dei punti riferimento non solo per gli strumenti a percussione e le batterie, ma anche per tutta una serie di servizi per batteristi e percussionisti a livello internazionale che alla Notak Music Solution possono trovare qualsiasi tipo di supporto possano volere anche quando si trovano a migliaia di miglia dal proprio paese.

Nella sua clinic Sergio parla della sonorità di piatti e pelli, tipi di batteria, costruzione degli strumenti musicali e differenza di accordature, come accordano lo strumento grandi artisti con cui Sergio ha lavorato come drum tech, tra i quali Stewart Copeland, Jo Jo Meyer, Simon Phillips e molti altri.

Gli aneddoti estremamente interessanti si sprecano, i dietro le quinte di alcuni dei batteristi considerati più grandi al mondo ci permettono di comprendere alcune sfaccettature della vita del batterista e di avere delle risposte a domande mai poste, come accordare due casse da 24” in modo che suonino esattamente uguali se amplificate, seguendo il trucchetto usato da Simon Phillips, la differenza della costruzione degli UFIP rispetto ai piatti PAISTE, vita morte e miracoli delle più grandi aziende musicali, il loro sviluppo ecc. ecc.

Staremmo ad ascoltarlo per ore ma Sergio deve salutarci per tornare al business con la B maiuscola. Speriamo di rivederlo presto.

massimo-pacciani

Massimo Pacciani, batterista dalle mille e più collaborazioni soprattutto come batterista da studio di registrazione, ha collaborato con Laura Pausini, Raf, Irene Grandi, Fiorello, Zarrillo e molti, molti altri. Ha realizzato diverse colonne sonori per registi quali Gabriele Salvadores e Francesco Nuti. Ha partecipato alle trasmissioni di Fiorello, di Gianni Morandi e con l’Orchestra Rai.

E’ il batterista della seguitissima trasmissione radiofonica “Viva radio due” con Baldini e Fiorello.

massimo-pacciani-sul-set

Massimo non è semplicemente un batterista, Massimo è un musicista raffinato delle percussioni, un artista che vanta numerose collaborazioni per colonne sonore di film dove suonando le percussioni ha creato dei veri e propri mondi musicali suscitando intense sensazioni negli spettatori. Solo per citare un esempio, di Massimo è l’arrangiamento e la creazione delle atmosfere percussive del film “Mediterraneo” che ha ricevuto l’oscar come miglior film straniero nel 1992.

Oltre ad essere un Musicista con la M maiuscola Massimo Pacciani è anche una persona a cui sta a cuore trasmettere agli altri le perle di saggezza che ha accumulato in anni di esperienza. “Non c’è nessun segreto” dice. Qualsiasi cosa che lui sappia è lieto di condividerla con il suo pubblico. Qui conosciamo Massimo lo scrittore, autore del manuale per batteristi: The Drumming, business for leisure & Pleasure, un vero tesoro di informazioni che coprono tutte le necessità pratiche di un batterista professionista: non si parla di paradiddle e tecniche di mani e piedi, si parla di strumentazione, scelta di piatti, pelli, posizioni dei microfoni, tipi di cerchi e il loro effetto sulla batteria, come isolare la batteria per non fare rientrare il suono degli altri strumenti nei microfoni… insomma, una miniera di nozioni incredibilmente interessanti e utili per un batterista.

the drumming di massimo pacciani

Nel suo seminario Massimo tratta il groove, giusto posizionamento delle bacchette per ottenere un suono consistente sul rullante, l’importanza di dare la propria firma tramite i fill, come microfonare la batteria per ottenere un suono pulito e vero della propria batteria acustica. Massimo conosce a menadito i tipi di microfoni, ne spiega la differenza di sonorità e di funzione, la scelta dei legni per ottenere sonorità diverse per un tom o per la cassa, la funzione dei vari tipi di cerchi. Suona alcuni brani famosissimi che ha registrato in studio per Irene Grandi, Raf, Laura Pausini. Il suo groove è intenso, il suo suono pulito e caldo, i suoi fill molto personali, guizzanti e originali, quasi un quadro di Van Gogh che non ha nemmeno bisogno della firma in basso a destra per essere riconosciuto e immediatamente carpito nella sua essenza e apprezzato.

Massimo spiega le caratteristiche sonore degli strumenti di cui è un fiero endorser: Piatti UFIP, Batterie LE Soprano, spiega che è importante conoscere profondamente il proprio strumento per poterlo utilizzare al meglio, spiega di non avere paura di smontarlo completamente e poi rimontarlo, per poterne comprendere le caratteristiche al meglio.

Di Pacciani colpisce la sua estrema semplicità e umiltà: anche lui come altri importanti musicisti parla di fortuna ma non dimentica i sacrifici fatti durante la sua carriera e consiglia proprio di suonare e divertirsi ma il tutto con molta serietà. Solo così si potranno, a suo dire, avere tantissimi risultati e soddisfazioni.

Continuando la nostra chiaccherata con Pacciani scopriamo un mondo musicale ricco di curiosità e aneddoti che ci fanno scoprire come sono nati e come si sono evoluti brani che sono diventati a volte tormentoni dell’estate e che hanno fatto la fortuna della musica italiana in campo internazionale.

Ovviamente capiamo che anche se a volte relegato dietro un muro di plexiglass, questi artisti famosi devono almeno in parte il loro successo a questo signore toscano, umile e simpatico ma allo stesso tempo raffinato ed elegante, che si confeziona sigarette da se e indossa dei fantastici mocassini scamosciati color viola. Un ragazzo che nasce a Prato, città del tessuto, e che con amore e impegno arriva a tessere le tele della musica italiana più ascoltata nel mondo. Grazie Massimo per quello che ci hai dato.

Anche con Francesco Corvino vi è subito un’intesa eccezionale e ancora bagnato dal tuffo fatto in piscina e direi anche un po’ affaticato non nasconde il fatto di essere un buon relatore e un umile professionista !!! Franco Stella ci racconta di lui.

Francesco è in vacanza a Nocera Inferiore,  a circa 100 km dal luogo di vacanze in Musica, e non ha resistito alla tentazione di reincontrare vecchi amici e di respirare un po di musica. Grande batterista pop ha vantato fino ad un anno fa lavori live con marco Masini e nei prossimi giorni partirà per una tournè con un orchestra capitanata da andrea Braido. Parla della collaborazione con Masinicome un’esperienza unica anche perché suonare con un cantante che è soprattutto arrangiatore e musicista  è tutta un’altra cosa rispetto al suonare con un cantante che non è anche arrangiatore.

Questa collaborazione lo ha arricchito anche per la versatilità dei generi musicali toccati dal repertorio di marco Masini, ma tende a precisare che la cosa è stata resa più semplice, suonando al fianco di Cesare Chiodo, che Francesco considera uno dei migliori bassisti in circolazione.

Anche a Francesco domanda d’obbligo riguardo ai consigli utili per i giovani batteristi che vogliono intraprendere la carriera professionale e anche lui come gli altri risponde che è importante lo studio ma fondamentale suonare tanto e soprattutto imparare a dialogare e ascoltare gli altri.

Anche Francesco è, come Gigi Morello, Gianluca Fuiano e Franco Rossi, endorser dei piatti UFIP.

Scattiamo un po’ di foto abbracciati e gli auguriamo buon viaggio sperando di rivederlo presto, magari a Torino.

Domenica 15 Giugno 2009 presso Il Peocio di Trofarello, si è svolto il saggio della Drum School. Erano presenti più di 200 spettatori e il locale era strapieno.
Si sono esibiti sul palco più di 30 allievi e 6 insegnanti in un clima di amicizia e tanta buona musica.
Gli Allievi, con età 8 agli over 50 anni hanno tutti espresso, in relazione al proprio livello di preparazione tecnica, la loro espressione artistica e le loro preferenze stilistiche interpretando un brano  musicale.
I generi presentati spaziavano dalla Disco, al Funk, al Jazz, al Latin, al Metal, al Rock Classico, alla Fusion.
Si ringraziano sentitamente Tony del Peocio, per averci ospitato, Gli insegnanti della Drum School, tutti gli allievi della Drum School che hanno dato il cuore e l’anima, Enrico Campo per il supporto con la strumentazione, Massimo Cioffi per l’aiuto come tecnico di palco, Lele Bertazzoni per le riprese video, i nostri sponsor Ringo Music, VIBE DRUM, UFIP Cymbals, Aquarian Drum Heads, e tutti i partecipanti all’evento.
[postcasa showcaptions=yes align=center width=560 height=400]http://picasaweb.google.com/data/feed/base/user/gigimorellodrummer/albumid/5347996803023405105?alt=rss&kind=photo&hl=en_US[/postcasa]

fabrizio al Rocklab con il suo fantastico set di Brilliant UFIP

Ieri Fabrizio ha portato in sala prove al Rocklab il suo set di piatti nuovi fiammanti. Ne abbiamo approfittato per fargli una foto. Sono tutti Brilliant, Ride da 20″, Crash 16″, Crash 18″, China da 18″, Hi Hat da 13″, Splash da 10″ e Splash da 8″. Veramente un gran bel Set. Complimenti Fabrizio!

La foto è presente nella pagina “Galleria Allievi”

CALENDARIO GM
Iscrizione Newsletter

GM Drum School on Facebook
Categorie
Foto casuali

Jam Session Natalizia GM Drum School 2010 al Peocio
SDC11859.JPGSDC11841.JPG
SDC11850.JPGSDC11869.JPG